Auto: tornano gli incentivi per i veicoli a bassa emissione

Il Governo italiano al fine di sostenere il mercato dell’auto riconferma per il 2021 gli incentivi a favore dell’acquisto di veicoli a bassa emissione.
È possibile prenotare il bonus auto 2021 dal 18 gennaio. Incentivi non solo per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi, ma anche per euro 6 a motorizzazione termica. 

Come si ottengono gli incentivi?

Per accedere agli incentivi ci si dovrà affidare ai concessionari, che dalla data del 18 gennaio, hanno potuto prenotare il contributo sulla piattaforma dedicata del Mise.
La procedura di registrazione, secondo quanto dichiarato dal Mise, avviene in due fasi: nei primi giorni il venditore ha semplicemente registrato i propri dati identificativi, successivamente si inserisce l’ordine e la prenotazione dell’incentivo.
Dalla richiesta si avranno poi fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo.
Inoltre sarà possibile controllare l’esaurimento delle risorse attraverso un contatore visualizzabile sul sito.

Ecobonus 2021 relativo alle categorie L, M, N

Dal gennaio 2021, come anticipato, sono disponibili oltre 700 milioni di euro per i cittadini per l’acquisto di veicoli a basse emissioni relativi sia alle categorie dei motocicli L1 e delle auto M1 sia alla nuova categoria dei veicoli commerciali N1.

Di norma i veicoli sono classificati in base alla massa massima, ovvero la somma delle masse del veicolo con o senza rimorchio, cioè a pieno carico tecnicamente ammissibile.
Le categorie contemplate sono:
Categorie “M”: Veicoli a motore progettati e costruiti per il trasporto di persone, aventi almeno quattro ruote. Questa viene ulteriormente suddivisa in veicoli per il trasporto di persone aventi almeno 8 posti a sedere oltre al conducente, veicoli per il trasporto di persone e massa non superiore a 5 t e veicoli con massa superiore alle 5 t.
Categorie “N”: Veicoli a motore progettati e costruiti per il trasporto di merci e aventi almeno quattro ruote; anche in questo caso è prevista un’ulteriore classificazione legata alle tonnellate.
I ciclomotori, i motocicli, a tre o quattro ruote appartengono alla categoria L.

Riviste le soglie per gli eco-incentivi

La piattaforma alla quale possono accedere i venditori è stata aggiornata con le modifiche per il 2021.
Infatti ai contributi già previsti dalla Legge di Bilancio 2019 e dai successivi decreti Rilancio e Agosto, si aggiungono ulteriori risorse per l’acquisto di auto a bassa emissione.
Le fasce per cui è previsto un contributo sono tre e riguardano le auto che emettono fino a 20 g/km e da 21 a 60 g/Km di CO2, per le quali l’importo rimane invariato rispetto agli interventi statali precedenti e le vetture che emettono fino a 61 g/km di CO2.
In quest’ultimo caso per accedere al bonus è necessario rottamare l’auto.
I contributi concessi per le fasce di emissione 0-20 g/KM e 21-60 g/Km sono rifinanziati con 120 milioni di euro per il 2021.
Questi gli incentivi nel dettaglio:
0-20 g/km (elettriche e ibride ricaricabili all’esterno): 10.000 euro con rottamazione e 8.000 euro senza rottamazione
21-60 g/km (principalmente ibride ricaricabili): 6.500 euro con rottamazione e 3.500 euro senza
61-135 g/km (auto con motore termico): 3.500 euro con rottamazione.

È stato poi introdotto un nuovo incentivo sui veicoli commerciali leggeri N1 e M1 speciali, proporzionale alle emissioni e finanziato con 50 milioni di euro.

Incentivi compatibili con l’acquisto a rate e Isee

La richiesta di incentivi è compatibile con l’acquisto dell’auto a rate.
La legge di Bilancio 2021 prevede poi che, nel caso in cui l’acquisto del veicolo sia subordinato al totale o parziale finanziamento dell’importo, si applicano le disposizioni di cui all’articolo 6 del D.lgs. n. 141/2010, e l’acquirente può in ogni caso estinguere o surrogare il finanziamento in qualsiasi momento e senza penali.
Infine, un aiuto concreto arriva per le famiglie con Isee inferiore a 30mila euro.
In tal caso chi acquisterà un’auto elettrica (anche in leasing) con prezzo di listino inferiore ai 30mila euro Iva esclusa, gioverà di uno sconto del 40% sul prezzo, fino a esaurimento delle risorse. Termine massimo per l’acquisto è il 31 Dicembre e il bonus non è cumulabile con altri incentivi.

Gli obiettivi da parte dello Stato sono chiari: da un lato sostenere il mercato dell’auto e dall’altro incentivare la mobilità elettrica rinnovando il parco auto presente sul territorio.

  • Home
  • News
  • Auto: tornano gli incentivi per i veicoli a bassa emissione
Ti potrebbero interessare anche…
  • Constatazione amichevole: dove trovare e come compilare il modulo

    26 Febbraio 2021
  • Le 5 auto che hanno fatto la storia del cinema e della tv italiana

    19 Febbraio 2021
  • Auto: tornano gli incentivi per i veicoli a bassa emissione

    12 Febbraio 2021
  • Supercharger: le ricariche veloci di Tesla

    5 Febbraio 2021
  • Articolo 169 del Codice: come trasportare gli animali in macchina

    29 Gennaio 2021
  • Cinema e auto: i modelli cult

    22 Gennaio 2021
  • Monopattini elettrici: la nuova frontiera della mobilità green

    15 Gennaio 2021
  • Neve: i modelli più adatti per guidare

    25 Dicembre 2020
  • Strada innevata, ecco come montare le catene da neve:

    18 Dicembre 2020
    Dal 1959 siamo presenti sul territorio di Ladispoli e Cerveteri e generazioni di persone, hanno usufruito dei nostri servizi. L’impegno costante, che in questi anni abbiamo messo nel nostro lavoro, per soddisfare le esigenze dei nostri clienti, ci ha portati a diventare leader nel settore.

    Siamo su Facebook

    © 2016 CO.E.SE.A di Di Benedetto Massimo & C.S.A.S. - via Ladislao Odescalchi, 79B - 00055 Ladispoli | P. IVA / CF 04921951002